Liberi di sorridere grazie agli impianti dentali.

Aggiornamento: 29 giu

“Il sorriso è un linguaggio universale … Usatelo spesso senza paura. Gli altri si sentiranno attratti da voi”.

Così scrive lo scrittore Vitale. E tu quanto ti senti libero di sorridere?


Chi copre la bocca nell’atto di sorridere o lo fa in modo poco spontaneo, spesso si sente in imbarazzo a causa di un sorriso di cui non è soddisfatto per la mancanza di uno o più elementi dentali.


La mancanza di un dente può avere un impatto forte sulla vita quotidiana. Questa condizione può generare imbarazzo e insicurezza, oltre a rendere difficoltosa la masticazione e causare problemi alla struttura ossea.


Il Dottor Giovanni Lopez, Odontoiatra presso il Centro Medico Parioli a Roma, ci spiega come sia possibile tornare alla normalità grazie all’implantologia, un trattamento odontoiatrico finalizzato a riabilitare l’estetica del sorriso e le funzionalità masticatorie che sono state compromesse dalla perdita di uno o più denti.


Cosa sono gli impianti dentali?

Gli impianti dentali sono dispositivi protesici fissi che vengono collocati nello spazio lasciato libero da uno o più denti mancanti o estratti. La vite endossea in titanio sostituisce la radice del dente e rappresenta il vero e proprio impianto sul quale viene poi applicata la corona dentale estetica in ceramica, che riproduce l’aspetto del dente naturale.




Come funziona il trattamento di implantologia dentale?

Prima di effettuare un intervento di implantologia, si effettua una valutazione dello stato di salute della bocca del paziente che ha perso uno o più denti, e l’assenza di patologie orali. Successivamente si crea un piano di cura personalizzato sulle necessità del singolo paziente e si illustrano tutti gli step che porteranno a riacquistare il proprio sorriso.


Quali sono gli step del trattamento implantare?


1. Check-up implantare

Durante il primo appuntamento vengono eseguiti 3 esami rapidi e indolori, essenziali per analizzare lo stato della bocca:

  • Impronta Digitale: tramite uno scanner ottico otteniamo un’immagine 3D dettagliata di denti, arcate e gengive.

  • Cone beam: una tecnologia che genera radiografie ad alta precisione, utili per valutare la qualità del osso.

  • Esame fotografico: scattiamo diverse foto per valutare il risultato estetico che avranno i nuovi denti.

2. Progettazione

A partire dai dati ottenuti dagli esami svolti, generiamo al computer un modello 3D della bocca. In questo modo possiamo svolgere l’intervento virtualmente, ancor prima di operare sul paziente. Questo sistema permette di evitare di danneggiare strutture delicate, come nervi e seni paranasali e di progettare la forma e la posizione ideale dei nuovi denti.


3. Intervento

L’intervento di implantologia, nei casi poco complessi dura circa 15 minuti. Nello spazio lasciato libero dal dente mancante inseriamo gli impianti dentali grazie a una guida di precisione, attraverso un piccolo forellino nella gengiva.

È un sistema che non prevede tagli né suture: ciò significa che non si avvertirà dolore né gonfiore finito l’intervento. Alla fine, a guarigione completata, posizioniamo le corone estetiche sugli impianti dentali.


4. Manutenzione

Gli impianti dentali hanno bisogno di una cura minuziosa per durare a lungo. Se l’igiene orale è carente, i batteri possono attaccare le strutture che sostengono gli impianti e provocarne la caduta.

Per questo proponiamo ai nostri pazienti di sottoporsi periodicamente alla nostra igiene orale con il laser. Questo dispositivo permette di eliminare completamente i batteri e stimola la rigenerazione dei tessuti. In questo modo l’osso e la gengiva che sostengono gli impianti rimarranno sani a lungo.



Quali sono i vantaggi degli impianti dentali?


Rispetto ad altri dispositivi protesici fissi o mobili, come il ponte dentale, l’impianto dentale offre diversi vantaggi:

  • è stabile e non si muove, permettendo di mangiare e parlare senza problemi;

  • previene la perdita di tessuto osseo che si può verificare quando manca un dente e la zona non viene sollecitata con la masticazione;

  • la forza della masticazione è la stessa dei denti naturali;

  • il paziente acquisisce autostima e sicurezza.


9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti